19 ottobre 2013

Il Bandito - Alberto Lattuada

il bandito
Film post bellico dell'allora giovane Alberto Lattuada.

Tra Dramma e noir di impronta americana, la pellicola si divide nettamente in tre parti ben distinte.
Molto interessante è la prima, dove assistiamo al ritorno in patria del nostro protagonista, reduce da un campo di prigionia in Germania. Qui abbiamo una visione, di stampo neorealista, di quella che poteva essere l'Italia del 1946, completamente distrutta sia da un punto di vista architettonico che nelle esistenze degli abitanti.
Nella seconda parte invece ci si butta verso il noir di chiara ispirazione statunitense, sia per gli avvenimenti e l'escalation nella banda del nostro reduce che nella messa in scena adoperata da Lattuada. Nella terza e ultima invece ci ritroviamo nella moralità, deriva tipica di film come questo.

Un film da riscoprire, oltre che per la visione storica, anche per un Amedeo Nazzari in un ruolo un pelo diverso dai melodrammoni che l'hanno reso celebre nonché per Anna Magnani nelle vesti del capo banda/quasi femme fatale.

IMDb 

0 commenti:

Posta un commento