26 ottobre 2013

Il Deserto dei Tartari - Valerio Zurlini

il deserto dei tartari
Il Deserto dei Tartari, una mega co-coproduzione italo-franco-tedesca (di quelle che si facevano una volta), segna l'ultimo film del fin troppo dimenticato Valerio Zurlini

Tratto dall'omonimo romanzo di Dino Buzzati, quella de Il Deserto dei Tartari è una storia epica di vite sprecate. Una critica alla sterilità della vita militare e alla cieca obbedienza a rigidi, talvolta insensati, regolamenti nonché, sotto un'ottica ancora più grande, una parabola dell'inutilità dello sforzo umano. Un film costruito tutto intorno all'attesa, l'attesa logorante di un qualcosa bramato e che non arriverà mai.

Zurlini brucia lentamente la storia, forse proprio per farci entrare sempre più in empatia con l'angoscia costante degli ufficiali e della psicotica e costante vigilanza, indugiando spesso sull'orizzonte e sull'estetica (esercitazioni, cambi di guardia ecc.) della vita militare.

Una pellicola affascinante che, nonostante il suo procedere adagio, ti cattura e ti immerge all'interno degli splendidi scenari (la bellissima Arg-e-Bam) e delle intime sofferenze (represse sempre con estrema e severa dignità) degli ufficiali, carichi di una tensione che non troverà mai sfogo e che li porterà chi all'omicidio, chi al suicidio, chi alla malattia e chi alla follia dell'attesa.

Da menzionare l'eccezionale cast, anche in parti irrisorie, messo in campo da Zurlini: Jacques Perrin, Vittorio Gassman, Giuliano Gemma, Helmut Griem, Max Von Sidow, Philippe Noiret, Jean-Louis Trintignant, Fernando Rey e Francisco Rabal.

IMDb

2 commenti:

  1. molto bello anche il romanzo di Buzzati. un raro esempio di libro "impossibile" da trasferire sul grande schermo, eppure Zurliini c'è riuscito benissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il romanzo di buzzati è uno di quelli che mi sono sempre ripromesso di leggere. spero di riuscire a compiere la "missione" in tempi brevi :p

      Elimina