10 ottobre 2013

In trance - Danny Boyle

in trance
Danny Boyle torna dopo le Olimpiadi di Londra con un thriller che richiama alcuni suoi lavori precedenti strizzando l'occhio a Nolan.

Abbiamo uno stile visivo lucido, quella continua ricerca di suoni e immagini vista sia in The Millionaire che 127 Ore, abbiamo personaggi che rompono la quarta parete così come accadeva in Trainspotting, abbiamo personaggi cangianti, che passano dall'essere buoni e cattivi, così come accadeva in Piccoli omicidi tra amici e infine abbiamo una sceneggiatura che collassa su stessa in un crogiolo di assurdità.

La trama sembra essere volutamente impenetrabile, in un continuo rimando di realtà o finzione, ma si spinge troppo nel caricare di confusione che lo spettatore arriva non stare più al passo. Ben presto si perde l'interesse sull'intera vicenda e benché i due full frontal depilati di Rosario Dawson riescano a ridestare l'attenzione, quando giunge il momento dello spiegozzo e poi del finale si è talmente stanchi che non si ha neanche la forza deridere delle stupidaggini che avvengono sullo schermo.

Danny Boyle stavolta ha toppato clamorosamente.

IMDb

21 commenti:

  1. Rosario Dawson. che altro si può dire? that's ammmore dai tempi di Kids. la passera l'ho già vista in foto, ma per quanto abbia letto male del film ovunque, penso che cederò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'hai vista solo in foto, allora non puoi non vederla in movimento ;)

      Elimina
  2. ah, mi piace la nuova grafica

    RispondiElimina
  3. oddio che è successo? bello il restyling, ma... un carattere più piccolo non c'era? non ci pensi alle tue lettrici anziane? eh? eh? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È successo che ieri, per magia, il template ha smesso di funzionare e non permetteva di commentare... così ho dovuto fare un restyling totale :(

      Ho modificato la grandezza dei caratteri, erano effettivamente troppo piccoli... comunque nel caso dovessi ritrovarti qualche sito con caratteri minuscoli c'è l'opzione zoom del browser, Crt+rotella mouse e il mondo diventa enorme. A volte è una manna dal cielo ;)

      Elimina
    2. oooooooooh! meraviglia! Funziona!!!!
      ah ah ah ah ah
      Sai che ignoravo questo trucco? :)

      ah, comunque il film non l'ho visto. Così, tanto per restare in tema.

      Elimina
  4. Secondo me non malissimo, almeno una sufficienza la merita :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda per me è stato uno dei film più sofferti dell'anno... quindi no, non arriva neanche a guardarla da lontano la sufficienza :)

      Elimina
  5. Concordo in pieno: senza dubbio il peggior film di Boyle.
    Tolta la Dawson, una schifezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la dawson mette un po' tutti d'accordo :D

      Elimina
  6. anche se a me non mi è dispiaciuto, devo ammettere che c'è troppa carne nel fuoco...:)

    RispondiElimina
  7. Buona la prima parte e la regia cool di Boyle... ma la sceneggiatura e il cast, nì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nella prima parte c'è la presentazione dei personaggi, se avessero toppato pure quella chi l'ha scritto non ha mai visto un film in vita sua :P

      Elimina
  8. Approfitto per farti i complimenti per il nuovo layout del blog. Detto questo, ne state parlando così male in giro di sto film che io gongolo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie frank, sono stato costretto nel restauro ma almeno mi sono tolto lo sfizio di inserire gadget che prima non potevo ;)
      perché gongoli?

      Elimina
  9. Secondo me, rispetto agli svariati Sacri Gra/vity, questa pellicola è fenomenale... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non li ho ancora visti :(
      eppure di gravity ne parlano un sacco bene in giro!

      Elimina
  10. "Danny Boyle ha toppato clamorosamente". Non avresti potuto spiegarti meglio!!!

    RispondiElimina