05 ottobre 2013

La casa della 92ma strada - Henry Hathaway

La casa della 92ma strada
Spy noir del 1945 che ha come forti peculiarità l'essere stato voluto dall'allora capo/creatore dell'FBI J. Edgar Hoover, il quale appare anche nella pellicola, nonché l'essere tratto da una vera indagine condotta dal Bureau.

La pellicola ha un'impronta semi-documentaristica, vi sono inseriti all'interno vere immagini di repertorio che riprendono vere spie naziste, vi sono reali G-Man come comparse, molte delle scene sono state girate nei reali luoghi dove si sono svolte le vicende e vi anche una voce narrante che elargisce spiegazioni e movimenti. 

Trattasi ovviamente di un film propagandistico che preannuncia, in qualche modo, quella che sarà la guerra fredda, ma resta comunque molto interessante sopratutto perché è l'esempio cardine di una tendenza (soprattutto nei noir, come ad esempio La città nuda, Forza bruta o La gang) che aveva punti in comune con il neorealismo italiano.

La pellicola, pur essendo una pubblicità all'FBI, dopo quasi 70 dalla sua realizzazione si difende abbastanza bene grazie a un discreto evolversi della storia e a un signor finale.

IMDb 

2 commenti: