17 ottobre 2013

Una notte da leoni 3 - Todd Phillips

una notte da leoni 3
E con Una notte da leoni 3 finiscono le avventure di Stu, Phil e Alan.

Purtroppo questa terza parte, con il fantomatico ritorno in quel di Las Vegas, non risulta essere la chiusura "col botto" che tanto avrei voluto vedere, specialmente considerando il crescendo di esagerazioni avuto dal primo al secondo episodio. A suo tempo avevo acconsentito, mio malgrado, a come era stata gestita tutta l'operazione sequel poiché considerando il quadro generale, l'aver ripreso a grandi linee la trama del primo, riproposto in maniera accresciuta le stesse gag era una cosa che accettavo volentieri in vista di un altro film. Ma arrivati al nodo della matassa con quest'altro, ultimo, film  il quadro generale crolla miseramente e viene a mancare il perno centrale che rese celebre quel primo film... ovvero manca la commedia. In Una notte da leoni 3 non si ride, al massimo si accennano leggeri spasmi facciali, ma più come riflesso pavloniano che per meri motivi comici della pellicola. 

Ma forse la colpa è mia, forse avevo riposto troppe speranze in una trilogia cui già il secondo episodio mostrava svogliatezza, ma mai mi sarei aspettato un piattume del genere tutto appoggiato sulle spalle dei due personaggi di Alan e Chow che, seppure simpatici, alla lunga stancano. 

Che dire quindi, teniamoci stretti la loro prima grande avventura e facciamo finta che tutto quel che è accaduto dopo non sia mai successo.

IMDb

17 commenti:

  1. A me già la prima avventura non aveva entusiasmato, quindi...
    L'unico momento in cui ho riso è stato quando si è accennato all'essere ebreo di Stu da parte di Chow.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il primo l'ho letteralmente adorato, visto svariate volte e ogni volta rido...
      dell'ultimo io ho riso solo nel finale nella scena in alan si abbassa i pantaloni :P

      Elimina
  2. Io non sapevo nemmeno esistesse questo film. probabilmente avevo rimosso la notizia. Devo ancora guardare il secondo, ma il primo mi sollazzò a non finire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il primo è spettacolare, il secondo è uguale al primo solo che è ambientato in thailandia, il terzo è la tristezza.

      Elimina
  3. Concordo in pieno: un terzo capitolo decisamente non all'altezza dei primi due.
    E poi non esiste un hangover senza hangover, cazzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sempre sobri... un vero schifo! ;)

      Elimina
  4. Siamo proprio proprio sicuri che sia una chiusura? :P il finale apre uno spiraglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a questo punto spero di sì. un quarto film a questo punto non avrebbe alcun senso... credo che il finale sia più un omaggio ai precedenti, la scena topos che ha caratterizzato i precedenti.

      Elimina
  5. il secondo... una porcheria. tutto, dall'inizio alla fine. questo lo guarderò giammai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il secondo secondo me era giusto sequel, un film fotocopia da ponte per un terzo fighissimo (se ci pensi è la stessa operazione fatta anche con Die Hard)... peccato che il terzo sia ignobile.

      Elimina
  6. Io ho visto solo il primo e ho gli altri due ancora da vedere....hehehe :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quel che vi viene da consigliarti è di desistere... ;)

      Elimina
    2. Grazie, magari li vedo per passare tempo davanti ai popcorn giusto per staccare :D

      Elimina
  7. Tra il terzo e il secondo ho preferito il terzo. Ma, a paragone, era come chiedere cosa mi piacesse di più tra una martellata nei denti e due dita negli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io il secondo, almeno è per certi versi rassicurante :)

      Elimina
  8. Tolta la giraffa in autostrada, un suicidio.. purtroppo già il secondo gran delusione... ma il primo rimane da cineteca ragazzi.. checchè se ne dica in giro... ;))

    RispondiElimina