16 novembre 2013

Improvvisamente l'estate scorsa - Joseph L. Mankiewicz

improvvisamente l'estate scorsaImprovvisamente l'estate scorsa non è solo un grande classico del cinema americano, ma anche uno dei più controversi.

Tratto da un'opera di Tennessee Williams, scritta per lo schermo da Gore Vidal, diretta da Mankiewicz e interpretata da due grandi dive come Elizabeth Taylor e Katharine Hepburn, alle quali c'è da aggiungere anche Montgomery Clift, quello che ne è il risultato è un racconto molto torbido, a tratti allucinante e che, nonostante in fase di trasposizione sia stato edulcorato di alcuni elementi, resta uno dei più morbosi dell'epoca.

Le prove delle due attrici protagoniste sono da brividi e sono indubbiamente al di sopra di tutti i presenti sulla scena, ma la vera forza del film sta nel suo mantenersi sempre nell'ambiguità nel non dare mai una vera spiegazione al tutto. A tal riguardo la scelta di non mostrare mai il volto di Sebastian (il protagonista dei racconti delle due donne) credo sia esemplare. Il finale poi è da pelle d'oca e sebbene tutto venga alla fine rivelato resta pur sempre una sola versione della storia anche altamente confusa nonché allegorica.

Colpe, sfruttamenti, rapporti malati, un'omosessualità tenuta nascosta, la malattia mentale. i soprusi e il cannibalismo. Tutto questo e altro è Improvvisamente l'estate scorsa.

Da vedere assolutamente.

IMDb 

4 commenti:

  1. stupendo, unico, nient'altro da dire...

    RispondiElimina
  2. è un film che è da un po' che voglio vedere per gli attori presenti ma che non ho mai visto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cerca di recuperarlo e, se ti fosse possibile, cerca di vederlo in lingua originale... la Taylor e la Hepburn sono impressionanti.

      Elimina