26 novembre 2013

Mi mejor enemigo - Alex Bowen

mi mejor enemigo
Ambientato durante il Conflitto del Beagle, che vide coinvolti Cile e Argentina nel 1979 e che per fortuna non scoppiò mai grazie all'intervento di Giovanni Paolo II, Mi mejor enemigo racconta di due compagnie, una cilena e l'altra argentina, che si ritrovano uno di fronte all'altro, abbandonati a loro stessi e nel bel mezzo del nulla, in attesa di scoprire se devono massacrarsi a vicenda oppure no.

Co-prodotto da entrambi i paesi all'epoca in disaccordo, la pellicola ci parla di umanità e punta il dito sulla follia della guerra, e in questo caso specifico una guerra, se fosse scoppiata, una guerra insensata e fratricida. L'attesa estenuante, la consapevolezza di dover morire, la scoperta che il proprio nemico non è poi così malvagio e che alla fine dei conti è esattamente uguale a te. 

Film forse troppo sconosciuto e che può ricordare altri simili come Mediterraneo (i due hanno in comune anche una partita di calcio) o il bellissimo No man's land. Bowen si prende tempo raccontare la storia, si concentra molto sulla più debole e meno agguerrita compagnia cilena, addentrandosi nei caratteri e nella visione del mondo dei soldati, regalando immagini delle splendide, sterminate e disorientanti terre della Patagonia e non rinunciando a qualche incursione nello humor.

Mi mejor enemigo meriterebbe una riscoperta.

IMDb

2 commenti: