11 dicembre 2013

Cose nostre - Luc Besson

cose nostre
L'unica cosa certa è che l'ultima fatica registica di Luc Besson, Cose nostre, non è il solito film sulla mafia... quella italo-americana.

In molti film a tema c'è sempre stato un certo distacco tra il "lavoro" del padre e il resto della famiglia, si ha sempre come avuta l'impressione che il padre mafioso avesse in mente un altro futuro per i propri figli, anche se poi questi raggiunti una certa età entrano comunque negli affari. Nel caso della famiglia Manzoni, invece, figli (di 17 e 14 anni) e moglie condividono con il capo-famiglia quella tendenza di risolvere qualsiasi problema con l'ultra violenza.

Questo piccolo aspetto rende Cose nostre un prodotto di per sé anomalo all'interno del mafia movie, quasi un ribaltamento che porta a mostrare una violenza quotidiana, attuata da tutti i membri della famigliola, e un'assenza (sempre di violenza) quando attraverso i flashback entriamo nella vita mafiosa di Giovanni. Oltre questo aspetto particolare però il film di Besson non è che si possa considerare completamente riuscito. Vi sono sicuramente dei bei momenti ispirati e un alto tasso di malsana comicità, ma non mantiene una costanza unitaria nello sviluppo della narrazione alternando, talvolta anche in modo brusco, momenti alti (le suddette scene ispirate) e momenti relativamente bassi di banalità o inutilità. Il finale poi è forse un po' troppo serioso, abbandona repentinamente i toni da commedia mantenuti fino a poco prima e, sebbene alzi a dismisura il body count, perde quasi di inventiva.

Ottima comunque la prova mostrata dagli attori e in particolar modo da un Robert De Niro che appare a suo agio nella parte (sembra di vedere un'update di tutti i ruoli da mafioso interpretati per Scorsese) e soprattutto una Michelle Pfeiffer, perfidamente divina. 

Cose nostre, inserito nel suo genere, è strano e differente... da provare.

IMDb

7 commenti:

  1. Ne avevo letto molto male, ma se tu una possibilità la dai, vedo di accelerare la visione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che in alcuni punti è salvabile e in altrettanti precipita clamorosamente...

      Elimina
  2. Del tutto ignorato, già non ricordavo neanche più esistesse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sai quante volte capita pure a me questa cosa ;)

      Elimina
  3. a me è piaciuto e anche molto se vuoi dare un occhiata ecco la mia rece http://lafabricadeisogni.blogspot.it/2013/12/cose-nostre-malavita.html

    RispondiElimina