14 dicembre 2013

Tutti contro tutti - Rolando Ravello

Diretto dall'attore Rolando Ravello, Tutti contro tutti si inserisce nel filone della commedia a carattere sociale con temi forti e importanti come l'emergenza abitativa, l'ingiustizia e la voglia di riscatto.

Ravello mette su un film indiscutibilmente sincero, a tratti vivace e che vuole portare avanti un messaggio ben delineato. Nonostante tutto ciò, però, la storia corale messa su dall'attore romano tende a divincolarsi spesso dall'affrontare i problemi preferendo spesso e volentieri le caldi braccia della commedia e della farsa. La già menzionata coralità, inoltre, è data da uno stuolo di attori che più che interpretare dei veri e propri personaggi, impersonano tipologie dalle caratteristiche standard e dall'approfondimento nullo che, seppur ricostruiscono l'ambiente urbano della periferia romana, non riescono a dare molto di più. L'alternarsi forse troppo repentino di tragedia e commedia, un bianco e nero senza l'ausilio dei grigi, tende a spiazzare ad alleggerire fin troppo una situazione reale e drammaticamente attuale.

Tutti contro tutti è una commedia dalla visione facile e distensiva, apprezzabile per gli intenti e per le comunque riuscite scenette comiche, ma scarsino nella sua vena sociale. Comunque nutro buone speranze per il futuro.

IMDb

4 commenti:

  1. mi ispira, dello stesso tipo consiglio Viva l'Italia, a me è piaciuto assai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco è più o meno sullo stesso piano di viva l'italia. simpatici entrambi ma comunque entrambi, per certi versi, accomodanti.

      Elimina
  2. è caruccio e soprattutto mi sembra che Ravello abbia trovato dei buonissimi attori anche nelle parti secondarie...l'ho trovato divertente, certo la critica sociale è parecchio annacquata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono tutti bravini, ma mi è sembrato che fossero anche limitati nella scrittura dei loro personaggi... sembrano come tante maschere

      Elimina