10 gennaio 2014

Prima del tramonto - Richard Linklater

prima del tramonto
Fare un sequel è sempre un'operazione rischiosa, specialmente se il film in questione ha la sua schiera di ammiratori e soprattutto se sono passati parecchi anni. Credo che gli elementi che decretano un sequel riuscito o meno, almeno su di un livello generico, sia il mantenimento di uno spirito inalterato che non tradisca quello dell'originale e al tempo stesso una freschezza che soddisfi l'affamato fan. Far collimare le due cose è veramente difficile e vi sono centinaia, se non migliaia, di esempi nella storia del cinema.

Linklater con Prima del tramonto vince la sfida e ci riesce anche con il minimo sforzo. Il famoso spirito resta inalterato perché nel bene o nel male ci ripropone una dinamica identica all'originale, con Jesse e Celine che camminano per le strade di Parigi e poco tempo a disposizione. La freschezza è donata dai caratteri, ormai non più quelli di ventenni spensierati ma bensì di due trentenni cinici che hanno sperimentato le delusioni della vita. Come collante dei due elementi abbiamo una coerenza di fondo e una coppia di attori che vive la propria parte invece di recitarla. 

Jesse e Celine camminano e parlano, noi che li seguiamo curiosi e assieme a loro ben presto ci rendiamo conto che non è poi così importante scoprire chi dei due, 9 anni prima, non si è presentato all'appuntamento. Semplice e coerente, come solo un buon sequel può essere.

IMDb

12 commenti:

  1. mi manca, ma se devo esser sincero non è che mi attiri molto..

    Frank da un pò sto cercando un widget "ultimi post" da mettere in bella vista in home tipo quello che hai te ma non son riuscito a trovare una beneamata sega...qualche suggerimento? pago profumatamente tranquillo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. probabilmente non ti piace la storia. io sono affezionato al primo capitolo e di conseguenza anche al secondo e al terzo.

      per il widget ultimi post io, se non sbaglio (probabilmente sbaglio), uso quello di blogger. però puoi vedere su http://www.ideepercomputeredinternet.com/ se c'è qualcosa che ti può garbare di più.

      Elimina
  2. uno dei migliori sequel di sempre, e - a livello strettamente tecnico - persino migliore del primo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì la tecnica è migliore e segna una maturità generale di regista e attori... in fondo è pure consona perché marchia ancora di più il senso di crescita.

      Elimina
  3. Piaciuto molto anche a me. E con Before midnight ha fatto anche meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. before midnight mi è piaciuto molto e spero di riuscire a parlarne a breve...

      Elimina
  4. Sequel stupendo, come l'intera trilogia!

    RispondiElimina
  5. ma solo a me sta roba fa cagare XDXD ricordo che vidi il primo anni fa e mi fece cascare le balls, na noia mortale, fu una passione (altro che quella di cristo di mel gibsonXD) arrivare alla fine, ok i due protagonisti son bravi, ma tutto il resto....
    Boh, magari sbaglio eh, ma film di questo tipo proprio non fanno x me ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capisco cosa intendi e a dire il vero sono abbastanza stupito di me stesso perché, in genere, anche a me questo tipo di film piacciono tantissimo. credo che molto dipenda dal come vengano percepiti specialmente se si tiene conto anche della vita personale e delle proprie esperienze. questi di linklater, per quanto mi riguarda, non sono accomunabili alle classiche commedie romantiche, non hanno una classica evoluzione e forse è proprio questo che mi hanno affascinato.

      Elimina
  6. dei tre episodi della trilogia forse è quello un filo meno memorabile, però per essere un sequel è comunque ottimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di certo non batte il primo film e forse risulta meno memorabile considerando il terzo. come film di mezzo, però, ci sta benissimo e funziona alla perfezione.

      Elimina