14 febbraio 2014

The Wolf of Wall Street - Martin Scorsese

Credo sia alquanto giusto affermare che The Wolf of Wall Street è, assieme al documentario su George Harrison, il miglior film diretto da Martin Scorsese da 20 anni a questa parte... toh, da Casinò a questa parte. Non che nel mentre abbia fatto brutti film, anzi ce ne sono di notevoli, ma sicuramente The Wolf of Wall Street è quello che più si avvicina allo Scorsese vero.
Allo Scorsese dei capolavori.

The Wolf of Wall Street è un oltraggioso e coraggioso viaggio nell'inferno della lussuria. Una lussuria sfrenata, ridondante, ricercata e distruttiva. Non credo, come hanno affermato alcuni, che il ripetitivo incubo di eccessi e follia messo in scena sia una sorta di attacco a Wall Street e al consumismo. Da quel che ho visto non c'è critica verso il mondo degli affari e della borsa né vi è critica verso il consumismo. Scorsese, esattamente come in Quei bravi ragazzi - pellicola che in qualche modo è accostabile per via di assonanze tra Jordan Belfort e Harry Hill e per il voiceover nostalgico -, non giudica, non moralizza e non redime il suo protagonista lasciandogli libertà di agire e di mostrarsi per quel che è e lasciando, al tempo stesso, a noi spettatori la libertà di giudicarlo come meglio crediamo. Anche sul versante affaristico la condotta del regista neyorkese è pressoché identica in quanto non dice niente che non sia già stato detto in precedenza da Stone e dal suo Gordon Gekko, tanto che quando Belfort è sul procinto di spiegare tecnicamente la sua truffa taglia repentinamente corto per raccontarci di coca e strippers.

The Wolf of Wall Street è un film scandalosamente divertente e privo di moralità su di un uomo, che a ben guardare, è specchio dei nostri tempi.

IMDb

8 commenti:

  1. Risposte
    1. grazie uomo!
      avevi ragione, un gran bel film ;)

      Elimina
  2. Concordo su tutto, uno Scorsese come quello all'apice della carriera che ci ha regalato 3 ore di grande cinema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un grandissimo e graditissimo ritorno!

      Elimina
  3. Filmone totale. Il migliore dai tempi di Casinò.
    Bellissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e inoltre ha anche punti in comune con quel pezzo di cinema che porta il nome di Casinò ;)

      Elimina
  4. boh, x me è un gran bel film e con un Leo in stato di grazia tuttavia non lo reputo tra i migliori in assoluto del grande Martin, per me questo è un film molto bello, ma non un capolavoro.

    Mio parere personale sia chiaro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sono d'accordo con te, i capolavori di Scorsese sono altri e credo sia anche inutile elencarli, The Wolf of Wall Street però gli si avvicina per modalità, tematiche, messa in scena e anche passione. una sorta di ritorno al passato per Scorsese che secondo me fa balzare il film, per bellezza e potenza, d'avanti a The Aviator, Gangs of New York o The Departed.

      Elimina