25 marzo 2014

Cold Comes the Night - Tze Chun

cold comes the night
Cold Comes the Night è il primo film di Bryan Cranston dopo la conclusione di Breaking Bad e personalmente mi aspettavo che fosse proprio lui il protagonista di questo thriller "low-budget", ruolo che invece spetta ad una Alice Eve inedita.

Lo stile richiamato dal regista Chun sembra ricalcare un po' quello dei Coen versione Fargo e Blood Simple o il Raimi di Soldi Sporchi, insomma uno di quei thriller dove la gente non fa altro che scelte clamorosamente sbagliate. A differenza dei titoli sopracitati, questo Cold Comes the Night, oltre al titolo pretenzioso, rivela a grandi linee gli stessi problemi che ha Deadfall (film del 2012 diretto da Ruzowitzky), cioè la poca esplorazione dei caratteri dei personaggi, dei rapporti tra di essi e poca attenzione ai dettagli all'interno di un plot veramente esile. 

Domanda: che senso ha appioppare a Cranston un ridicolo accento slavo, se la sua slavità non viene in nessun altro modo giustificata e/o anche minimamente esplorata?

Almeno dura poco e non fa incazzare. Un thrillerino.

IMDb

4 commenti:

  1. Sempre indeciso se guardarlo o meno proprio per la presenza/speranza di un enorme Cranston, ma da quanto dici posso anche passare oltre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi un grande cranston fossi in te aspetterei ;)

      Elimina
  2. sai chette dico? Io me lo guardo lo stesso, tanto per curiosità, poi ti faccio sapere :D

    RispondiElimina
  3. non conosco sto film ma sto recuperando Breaking Bad e CAZZO E' STUPENDO e Bryan è qualcosa di sublime

    RispondiElimina