18 marzo 2014

Dallas Buyers Club - Jean-Marc Vallée

dallas buyers club
Diciamolo così, subito e senza girarci attorno. I meriti principali della riuscita di Dallas Buyers Club risiedono quasi in toto nelle straordinarie interpretazioni donate da Matthew McConaughey e Jared Leto. Molti direbbero che hanno vinto l'Oscar perché è risaputo che in quel di Hollywood basta "imbruttirsi" per accaparrarsi la statuetta, cosa tra l'altro abbastanza veritiera ma non in questo caso specifico.

Tutto ciò lo dico senza nulla togliere all'eccellente lavoro svolto da Vallée (anche lui parecchi meriti come ad esempio quello di non impietosire lo spettatore calcando la mano sulla malattia) o alla comunque interessante storia reale che ci viene raccontata. Lo dico perché magari qualcuno potrebbe pensare che abbia apprezzato solo gli attori protagonisti e non il resto... sappiate che non è così.

Ma torniamo ai due sopracitati. Quello che mi ha principalmente colpito e che per una volta sfata le dicerie sull'Academy, è stata la totale immersione dei due attori nonché il loro essersi trasformati completamente nei personaggi. Un'operazione attuata non solo nel senso fisico del termine, ma diventando realmente Ron Woodroof e Rayon. Le interpretazioni di McConaughey e Leto le definirei viscerali tanto da divenire talvolta davvero insostenibili per noi spettatori, riescono con semplici gesti o modulazioni vocali a trasmettere tutto il peso della malattia, tutta la sofferenza e persino la lotta anche quando magari in scena non vi è nulla di tragico.

Senza queste mastodontiche interpretazioni la pellicola diretta da Vallée sarebbe probabilmente rimasta un buon film su "una storia che meritava di essere raccontata" ma non di più... uno di quei tanti film sul mister nessuno americano che dall'ordinario diventa eroe.

McConaughey e Leto elevano Dallas Buyers Club.
A noi non resta che apprezzare e ringraziare.

IMDb

6 commenti:

  1. Sono più o meno d'accordo anche io

    RispondiElimina
  2. si decisamente, ne ho parlato anche io http://lafabricadeisogni.blogspot.it/2014/03/dallas-buyers-club.html qui, se ti va vieni a dare un occhiata :)

    RispondiElimina
  3. Frank, alla fabbrica c'è un boomstick award per te :)

    RispondiElimina
  4. apperò, tutti d'accordo... weird :P

    RispondiElimina