28 agosto 2014

Il fuoco della vendetta - Scott Cooper

il fuoco della vendetta
C'è molto cinema anni '70 in questa seconda prova da regista dell'ex attore Scott Cooper, e sebbene si possono notare citazioni sparse che vanno da Malick ad Altman fino a Cassavetes, è sicuramente Il Cacciatore di Cimino il film che ha dato maggiore ispirazione. Vi sono elementi comuni tra i due film alquanto lampanti: la cittadina di provincia che ruota intorno all'acciaieria, due giovani uomini taciturni con i propri sensi di colpa da affrontare messi a confronto e, dulcis in fundo, una scena di caccia che sembra essere una versione alternativa della pellicola del 1979. 

Le mie saranno pure sciocchezzuole da snob, ma il Il fuoco della vendetta, nonostante la sua aurea di film macho e dalle spalle solide, pecca proprio nel suo voler guardare indietro e rifare un cinema che non c'è più piuttosto che narrare una storia. E alla fine, ciò che veramente resta, è solamente un cast di razza che regge il film e talvolta lo fa addirittura sembrare un qualcosa di più di quello che effettivamente è.

Un film attoriale (Bale è mastodontico) da accompagnare con pessimo whiskey e un  disco di Springsteen.
IMDb

0 commenti:

Posta un commento