07 maggio 2015

Il Mundial Dimenticato


È con operazioni come Il Mundial Dimenticato - La vera incredibile storia dei Mondiali di Patagonia 1942 che si arriva a credere che un altro mondo cinematografico italiano è possibile. Non che l'opera di Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni sia un qualcosa di assolutamente inedito e originale, ma un qualcosa di nuovo per l'Italia, di fantasioso e soprattutto piacevole sicuramente sì. Il mockumentary è un genere che qui da noi si è praticato poco, a memoria credo addirittura che questo piccolo film calcistico sia il primo (ma potrei sbagliarmi). Il genere è di per sé difficile, deve riuscire nell'immane impresa di far credere l'incredibile, di sospendere integralmente la credibilità dello spettatore... e non solo romanziera ma addirittura quella storica. Sebbene ne Il Mundial Dimenticato questa totale sospensione non arrivi mai, ma per un volere ben preciso di riempire la narrazione con fatti ironicamente assurdi ed effettivamente poco credibili e non di sbaglio da parte dei suoi autori, mi permetto di appellare il film come pienamente riuscito.
Non solo perché si gioca con un tema caldo, vitale e importante in Italia, come può esserlo quello calcistico, ma perché gioca anche con il pionerismo cinematografico, un po' sulla falsa riga del bello e dimenticato mockumentary Forgotten silver, che Peter Jackson realizzò nel 1995 (lì sì che il dubbio storico viene pesantemente colpito).
La visione viene ampiamente consigliata e necessaria, se Il mundial Dimenticato dovesse risultare il primo, e al momento unico, mockumentary italiano.
[rettifica del 24/06/2015: non è il primo mockumentary italiano in quanto in precedenza c'è stato Il Mistero di Lovecraft - Road to L. di Federico Greco del 2005]

Gli altri

I critici stampati hanno generalmente apprezzato il film facendo notare lo spirito dell'operazione: "È un sogno, il sogno di un calcio diverso […]" 1, alla quale si contrappone lo scandalo del calcio scommesse "La rievocazione è brillante e, a fronte del degenerato quadro del calcio scommesse, questo viaggio nel passato appare rigeneratore." 2, oppure con la tanto semplice quanto efficace "Incredibilmente falso. Incredibilmente divertente." 3.
I commenti degli utenti invece sono stati un po' difficili da trovare, ma quei pochi scorti nella rete sembrano essere positivi o, quanto meno, arrivano a considerazioni di più ampio respiro





_
1 - Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 31 maggio 2012
2 - Alessandra Levantesi Kezich, 'La Stampa', 8 giugno 2012
3 - Emanuela Genovese, 'Avvenire', 31 maggio 2012

4 commenti:

  1. Mai sentito nominare e mi hai messo una curiosità mica da poco. Recupero e grazie :)

    RispondiElimina
  2. Ne avevo già sentito parlare bene. Dopo la tua conferma, vedrò di recuperarlo al volo.

    RispondiElimina
  3. Una visione la merita sicuramente

    RispondiElimina